Turismo: Progetti per 1,5 miliardi

Pubblicato il Pubblicato in Informazioni Portale
Dal Cilento alla Baia di Napoli pronte le strategie di aiuto alle aziende
Cinque progetti territoriali per un investimento di 1,5 miliardi di euro. Fanno parte della nuova strategia sulla programmazione dei fondi comunitari 2007-2013 legata al turismo, che sarà presentata da Claudio Velardi, assessore regionale al Turismo e ai Beni Culturali, lunedì prossimo, 3 novembre. All’evento, in forma di riunione bipartisan con tutti i parlamentari eletti in Campania, partecipano i presidenti delle Province e della terza e sesta commissione regionale. Il sistema, che, a detta di Velardi, mira a  mettere in luce il patrimonio esistente, come gli immobili storici non utilizzati, darà vita ad una nuova rete di investimenti.
jenny giordano
<!–
google_ad_client = “pub-4660301184014254″;
google_ad_width = 160;
google_ad_height = 90;
google_ad_format = “160×90_0ads_al”;
google_ad_channel =””;
google_color_border = “FFFFFF”;
google_color_bg = “FFFFFF”;
google_color_link = “FF0000″;
google_color_url = “FF0000″;
google_color_text = “FF0000″;
//–>
window.google_render_ad();

Una relazione sulle cinque grandi proposte di progetti territoriali, come la Baia di Napoli, il Cilento con i parchi naturalistici e i grandi eventi dello sport, le vie del vino in Irpinia, i borghi del Sannio e, per l’area casertana, i siti borbonici e la via Appia. La presenta Claudio Velardi, assessore regionale al Turismo e Beni Culturali, lunedì prossimo, 3 novembre. L’evento, all’Hotel San Francesco di Monte di Napoli, è pensato come una riunione bipartisan. A tutti i parlamentari eletti in Campania, i presidenti delle province e i presidenti della terza e sesta Commissione regionale Velardi illustrerà le strategie territoriali della programmazione dei fondi comunitari 2007-2013. Un miliardo e mezzo circa gli investimenti previsti per i cinque progetti territoriali, investimenti che , dice Velardi, “dovranno essere inseriti in una logica di sistema che mira a  mettere in luce l’eccezionale patrimonio esistente, come ad esempio gli immobili storici spesso poco o per nulla utilizzati come palazzi, ville e castelli”. “Le scelte – continua l’assessore – saranno accurate e insisteranno su progetti di valorizzazione, promozione e fruizione delle eccellenze, oltre che sull’utilizzo di una rete gestionale innovativa e di qualità del territorio”.
Velardi fa ancora notare come “Con il Por 2007 – 2013, il programma operativo regionale, si vuole predisporre un sistema di incentivi alle imprese ispirato alla customer satisfaction”. Le azioni previste per arrivare a questi obiettivi sono controlli semestrali delle strutture ricettive, incentivi solo per le imprese che hanno ottenuto il marchio di qualità e l’attestata soddisfazione del cliente; inoltre si parla di blocco del beneficio ove non siano rispettate le condizioni richieste. All’incontro di lunedì tra i partecipanti ci sarà anche il sottosegretario di Stato al Welfare, Pasquale Viespoli.


Cosa sarà presentatoLe azioni previste…

Controlli semestrali delle strutture ricettive
Incentivi solo per le imprese che hanno ottenuto il marchio di qualità
Aiuti per le aziende che attestano la soddisfazione del cliente
Blocco del beneficio senza il rispetto delle condizioni richieste.

…e le cinque aree proposte

Baia di Napoli
Cilento e i parchi naturalistici
Le vie del vino in Irpinia
I borghi del Sannio
I siti borbonici e la Via Appia

Cinque i grandi progetti per il turismo, previsti investimenti per 1,5 mld

fontewww.denaro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *