Nino Caruccio, il musicista dei “Taranta Rock”

Pubblicato il Pubblicato in Informazioni Portale

nino caruccio Taranta Rock Una veste del tutto insolita per Nino Caruccio, uno dei componenti dei “Taranta Rock” al Centro Storico di Agropoli.

Domenica 16 marzo,alle ore 20, Nino Caruccio insieme ai suoi compagni dell’Associazione Amici del Centro Storico in veste di romani hanno dato il loro contributo alla Via Crucis.

Nino Caruccio è un percussionista, molto conosciuto a livello locale. I Taranta Rock vogliono far rivivere la grande tradizione popolare attraverso le voci e i loro strumenti. Sono giovani talenti che vogliono far trasmettere attraverso la musica tutta la loro creatività, la loro fantasia, la dinamicità. I Taranta Rock sono sempre alla ricerca di novità. Hanno una maniera del tutto nuova d’interpretare la Musica Popolare del Sud, una maniera che non tralascia la tradizione. In merito, Eugenio Bennato (nella foto) ha commentato “Frutta Originale”.

A Nino Caruccio abbiamo rivolto alcune domande.

Che studi hai fatto?

A luglio 2007 mi sono diplomato alla Scuola Alberghiera di Gramola (SA). Il mio intento è di intraprendere gli studi universitari. M’inscriverò al corso di laurea in Discipline delle Arti Visive e dello Spettacolo.

Ci risulta che tu faccia parte di un’Associazione. Qual è lo scopo?

E’ da un anno che noi giovani siamo subentrati a far parte di questa Associazione con l’unico intento di non tralasciare la tradizione. Ci occupiamo anche di teatro.
Diamo un contributo a varie iniziative culturali e di spettacolo. E’ anche attraverso la musica popolare che cerchiamo di non dimenticare le nostre amate origini.
Spesso i nostri coetanei si dimenticano delle proprie radici e per questa ragione noi vogliamo dare loro un messaggio. Siamo qui per questo…per aiutare a non dimenticare e a rivivere tutte le bellezze della nostra terra.
Ciò vuol essere per noi motivo di grande orgoglio.

Hai mai fatto parte di un gruppo musicale?

Si suono in un gruppo musicale del Sud Italia, i “Taranta Rock” nato nel 2004, formato da Mico Argirò (Chitarra Acustica a 12 corde, Chitarra Elettrica, Mandolino, Ukulele, Armonica e Voce), Rosaria Argirò (Chitarra Acustica, Chitarra Elettrica, Tammorra e Voce), Maria Mazzillo (Chitarra Elettrica, Basso, Tamburello e Cori), Vittorio Stasi (Camorra, Nacchere e Voce), uno dei più grandi talenti del Gruppo Teatrale “La Compagnia del Sorriso”, Giuseppe Giordano (Mixer e Luci Live).

Nino Caruccio cosa suona?

Suono le percussioni. Fra l’altro io e i miei compagni facciamo parte del fan club di Eugenio Bennato.
Abbiamo ultimato il nostro primo disco e siamo in attesa di una risposta da parte di Bennato. Il nostro primo lavoro s’intitola “Taranta Rock per Bennato”.

Che messaggio intendi dare in occasione della Via Crucis?

Questa sera, al centro storico, attraverso la rappresentazione della Morte di Cristo, vogliamo dimostrare ai cittadini, i turisti, a chi amministra questa città che noi giovani siamo attivi.
I miei ringraziamenti vanno in modo particolare ad Antonio Cirillo, Presidente dell’Associazione Amici del Centro Storico.

Sono giovani di grande inventiva che hanno bisogno di un sostegno economico e morale in modo particolare dall’Amministrazione Comunale di Agropoli. Sono ragazzi ambiziosi che desiderano il bene del proprio paese e, attraverso varie manifestazioni organizzate dalla loro Associazione di cui sono membri attivi, il loro intento è quello di portare Agropoli ad un punto clou della sua storia.

Ai Taranta Rock vanno tantissimi in bocca al lupo per i loro successi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *