Il Club Med più vicino ad Agropoli

Pubblicato il Pubblicato in Informazioni Portale

• Agropoli. Il Club Med sbarca ad Agropoli. Comincia ad entrare nel vivo il progetto relativo alla costruzione di un villaggio turistico nella cittadina cilentana. Il direttore generale della multinazionale francese per l’Italia, Giorgio Palmucci, si è infatti incontrato ad Agropoli con il sindaco Franco Alfieri. Al centro dell’incontro, la realizzazione di un mega villaggio targato Club Med, a poche centinaia di metri dal mare. • «E’ stato un incontro importantissimo – commenta Alfieri – ormai viaggiamo a vele spiegate verso la realizzazione di un sogno». • Nelle prossime settimane il Club Med dovrebbe trasmettere al Comune il progetto del complesso. «Il villaggio – prosegue il primo cittadino – sorgerá al di fuori della area del Parco nella quale è vietato qualsiasi intervento dell’uomo e rispetterá pienamente l’ambiente. E’ una grande occasione per il rilancio della nostra zona e dell’intero Cilento». • A breve il Club Med tornerá ad Agropoli per una selezione di giovani del posto da avviare alla formazione prima di essere impiegati nel villaggio. • «Questo – puntualizza Alfieri – in risposta a chi diceva che l’arrivo del Club Med non avrebbe avuto una ricaduta favorevole sull’incremento dei posti di lavoro». Un progetto che ha suscitato numerose polemiche, soprattutto da parte delle associazioni ambientaliste, contro il quale si è costituito recentemente anche il comitato cittadino “Trentova non si tocca”, che rivendica la conservazione del sito naturalistico. • «L’obiettivo – conclude Alfieri – è un turismo di qualitá che può essere raggiunto solo con strutture turistiche eccellenti. Le polemiche sono frutto della mancanza di conoscenza sul progetto reale che noi contiamo di presentare pubblicamente in breve tempo al fine di fare chiarezza e poterne discutere con più precisione. Il villaggio sorgerá a circa 500 metri dalla Baia di Trentova, permetterá di inserire Agropoli nel circuito internazionale del turismo e di avere turisti per 7- 8 mesi l’anno». • La proposta è di Italia turismo, societá mista controllata al 51 per cento da Sviluppo Italia Spa, proprietaria di gran parte della baia. L’ipotesi prevede un investimento di circa 100 milioni di euro. Angela Sabetta

fonte   www.lacittadisalerno.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *