Il Castello di Agropoli è ufficialmente patrimonio pubblico della città

Pubblicato il Pubblicato in Informazioni Portale

Giovedì pomeriggio 30 ottobre, infatti, è stato sottoscritto nei tempi previsti, dinanzi al Notaio Cammarano, il contratto d’acquisto tra la “Agropoli STU srl” (presidente Avv. Francesco Barone, Consiglieri di amministrazione Dott. Valeriano Giffoni e Geom. Gianluigi Verrone), il cui unico socio è il Comune di Agropoli, e l’Arch. Antonio Dente, proprietario del maniero dal 1972. Presente all’atto il Sindaco Franco Alfieri. Il 12 giugno scorso era già stato sottoscritto il preliminare d’acquisto che prevedeva per il Comune la immediata disponibilità di utilizzo per manifestazioni socio-culturali. L’annuncio dell’acquisto è arrivato nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina presso la Sala dei Francesi del Castello alla quale hanno partecipato il Sindaco di Agropoli, Franco Alfieri, il Vicesindaco e Assessore al Turismo e Beni culturali, Mauro Inverso, il Presidente del Consiglio comunale, Agostino Abate, il direttore generale della BCC dei Comuni cilentani, Vincenzo Barone, e i componenti della STU (Società di Trasformazione Urbana), oltre a diversi membri dell’amministrazione comunale. «E’ stata una trattativa lunga e complessa – afferma soddisfatto il Sindaco di Agropoli, Franco Alfieri – ma, finalmente, smentendo chi era scettico e incredulo, consegniamo definitivamente alla città un pezzo importante del passato e, soprattutto, del futuro. Il Castello, infatti, rappresenta un bene di altissimo valore patrimoniale e di immensa ricchezza storica e simbolica che riteniamo possa essere il motore di rilancio turistico del territorio. A dimostrazione di ciò le tante iniziative culturali ed artistiche andate in scena nei mesi estivi, il gran numero di richieste per celebrare matrimoni, e migliaia di visitatori. Dovrà essere attivato immediatamente un programma di recupero, riqualificazione e valorizzazione che dovrà coinvolgere l’intero centro storico». «Ringrazio – aggiunge il primo cittadino agropolese – gli amministratori della Stu per il coraggio e l’impegno assunto verso questo progetto. Una scommessa sulla quale ha creduto anche l’istituto di credito locale della BCC, evidenziando che i risultati importanti si possono raggiungere con sinergie locali». «Inizia un nuovo momento per la promozione turistica – commenta l’Assessore al Turismo, Mauro Inverso – Il castello deve diventare fulcro per la valorizzazione del centro storico». «Finalmente abbiamo donato agli agropolesi il Castello – dichiara il presidente della Stu, Francesco Barone – Dopo una lunga trattativa siamo arrivati, con un giorno di anticipo sui tempi previsti, alla sottoscrizione del contratto di acquisto. Da adesso ci attiveremo per interventi sia dal punto di vista strutturale e di riqualificazione, sia per iniziative che coinvolgeranno direttamente la popolazione. Ringrazio la BCC che ci è stata vicina dal punto di vista finanziario».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *