Basket – C2 Campania: Agropoli – Symacontech Stabia 104-81

Pubblicato il Pubblicato in Informazioni Portale

BASKET AGROPOLI – SYMACONTECH STABIA 104-81( 26-20/54-39/86-58)

BASKET AGROPOLI: Pierdominici 27, Vigiano 2, Sarnicola, Marin 31, Valentino, Di Mauro A. 4, Marra, Coppola 9, Palma 21, Di Mauro M. 10. All: Maria

SYMACONTACH STABIA: Elefante 1, Stella 2, Buononato 19, Senatore 9, Somma 7, Amendola 7, Cascone 8, Ruggiero 17,Carrino 9, Avella. All: Elefante.

Esce a testa alta la Symacontech Stabia dalla difficile sfida contro l’Agropoli, nonostante la sconfitta per 104-81. Stabiesi condizionati sempre dagli handicap degli infortuni, che vedono ai box sempre Festinese, Di Maio e un Ruggiero a mezzo servizio che contro i salernitani ha stretto i denti e disputato solo pochi minuti, collezionando 17 punti. Una gara ch sostanzialmente si è conclusa dopo 3 quarti di gara, visto il predominio del duo argentino Marin – Pierdominici che hanno mostrato tutta la classe di cui sono capaci. Primo quarto in cui gli ospiti si giocano il match a viso aperto, tenendo molto bene il punteggio con un attacco fluido anche se la difesa non sembra quella solida. Buononato mette a segno 8 punti e sfoggia una codizione ottima dopo il lungo stop per la sub lussazione alla spalla destra. Dall’altra parte c’è un Agropoli difficile da contenere, che riesce ad andare a bersaglio sia con la zona (visto le triple di Pierdominici e Palma, quest’ultimo infallibile con 5/5 da 3 e 100% dal campo), sia con la difesa a uomo con le penetrazioni di Marin. Nel secondo quarto i padroni di casa prendono il largo, con il pivot Argentino immarcabile sotto le plance. Per il team gialloblu ottimo l’ingresso in campo del classe 91’ Amendola che nonostante la marcatura di un giocatore d’altra categoria come Pierdominici è riuscito a mostrare una grande personalità, trovando spesso il canestro. Di fatto all’intervallo il margine di svantaggio della Symacontech è di 15 punti, soglia sotto la quale la squadra allenata da Elefante non scenderà più visto che l’Agropoli nella terza frazione prende il largo. “Sapevamo che questa era una partita molto impegnativa – commenta l’allenatore stabiese Elefante – I nostri ragazzi hanno disputato un match comunque positivo, a cui non si poteva chiedere di più. L’Agropoli in casa ha dei ritmi impressionanti, molto differenti da quelli con cui è solita giocare lontana dal suo pubblico. Abbiamo avuto qualche difficoltà contro le loro individualità, ma da questa sconfitta bisogna trarre gli aspetti positivi. Stiamo recuperando la condizione, e l’ingresso di Ruggiero ne è la prova. Molto bene anche Amendola che ha disputato una gara sopra le righe. La partita che bisogna vincere è quella che ci attende tra due settimane contro la Partenope, il vero e proprio spareggio salvezza e abbiamo parecchi giorni per prepararla al meglio”. L’allenatore stabiese elogia la prestazione della sua squadra, guardando già alla sfida contro i napoletani. Un match da vincere in cui è vietato sbagliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *