agropoli:operazione doppio scacco

Pubblicato il Pubblicato in Informazioni Portale

• Agropoli. Hanno tutti chiesto di essere giudicati con riti alternativi, tranne Luigi Rizzo e Pasquale Volpe giudicati con rito ordinario, gli indagati dell’inchiesta “Doppio scacco” che, ieri, sono comparsi davanti al gip Rosa La Rocca del tribunale di Vallo della Lucania. Rizzo, difeso dall’avvocato Danilo Laurino, è stato prosciolto. Volpe, assistito dall’avvocato Carmine Vitagliano è stato rinviato a giudizio. L’udienza dibattimentale si terrá il 29 aprile e gli è stata revocato l’obbligo di firma. L’operazione, effettuata dalla guardia di finanza di Agropoli, diretta dal capitano Salvatore Perrotta, lo scorso 18 febbraio portò all’esecuzione di 10 arresti, di cui uno in flagranza, e 27 perquisizioni domiciliari. Per tre degli indagati l’udienza si terrá giovedì 20. Si tratta di Filomena Sabina Lembo, difesa dall’avvocato Carmine Infante, che ha chiesto il patteggiamento, Luca Esposito e Carmine Comite che saranno giudicati con il rito abbreviato. Per altri indagati, per i quali il giudice ha negato il patteggiamento, l’udienza sará fissata nei prossimi giorni. Saranno giudicati con il rito abbreviato Luigi Ciao, Carmela Miglino, Alessandro Romano, Salvatore Gallo, Francesco Buccino, Gennaro Gallo, Carmine Comite, Giuseppe Mastrogiovanni, Ciro Gallotti. Due degli indagati avevano chiesto il patteggiamento: Pietro Lembo, condannato a 9 mesi, e Salvatore Avella, condannato a un anno e 2 mesi.

fonte http://ricerca.quotidianiespresso.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *