Agropoli, studenti “condannati” a lavori scolasticamente utili

Pubblicato il Pubblicato in Informazioni Portale

di Nicola Rossi
studenti agropoli
“Condannati” a lavori “scolasticamente utili” due studenti dell’Istituto tecnico commerciale Vico di Agropoli perchè litigavano in classe. Il preside, Lillino Nigro, ha deciso di applicare quanto previsto dallo statuto delle studentesse e degli studenti d’Italia nei confronti di due allievi di quarta. Uno è stato impegnato per un’intera giornata accanto a due allievi diversamente abili, l’altro in biblioteca. «Compito della
scuola è quello di formare, non di punire» ha spiegato così, il preside Nigro, il suo provvedimento. «Il provvedimento adottato, attraverso il recupero formativo, sociale e didattico, mira a contribuire ad una presa di coscienza dei propri comportamenti, specie quando essi sono sbagliati». Durante l’orario di lezione, la scorsa settimana, i due studenti hanno iniziato un’accesa lite. Il preside Nigro ha pensato bene di cambiare strategia applicando una norma contenuta nello Statuto delle studentesse e degli studenti, che prevede in sostituzione della tanto temuta sospensione, un provvedimento alternativo quale l’attività scolasticamente utile. Prima di farlo, però, ha voluto sentire il parere di docenti e genitori dei due studenti che si sono detti subito d’accordo. La punizione è durata per entrambi un’intera giornata. Entrambi sono stati investiti di mansioni che normalmente spettano al personale scolastico. Uno dei due ha affiancato un insegnate di sostegno nella sua attività didattica con due studenti disabili. L’altro ha passato la mattinata a registrare l’entrata e l’uscita del materiale in biblioteca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *